Angelo Destasio

Angelo Destasio
Angelo Destasio.jpg
Angelo Destasio con la maglia di Trapani
Nazionalità
Altezza 199 cm
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia-ala
Ritirato 1991
Carriera
Squadre di club
1977-1980Gad Etna Catania
1980-1981AMG Seb. Rieti 32 (76)
1981-1982Virtus Bologna 0
1982-1983AMG Seb. Rieti 23 (11)
1983-1989Template:Basket Pall. Trapani176
1989-1990Pall. Marsala
1990-1991Bianco e Azzurro.png Olympia Comiso
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Angelo Destasio (Catania, 17 settembre 1962) è un ex cestista italiano.

Guardia-ala di 199 cm[1], ha giocato per due stagioni nella massima serie italiana, entrambe con la Sebastiani Rieti[2][3], e ha vestito la maglia della Nazionale juniores[4].

Biografia

A Trapani inizialmente andò a vivere in un appartamento con altri cinque compagni di squadra, tra cui Gigi Ranieri[5].

Nel 2007 ha fondato l'associazione umanitaria Sport For Africa Willy Sojourner in Camerun[6].

Caratteristiche tecniche

Nell'ultimo periodo della sua carriera, l'infortunio al ginocchio ne limitò molto le capacità, soprattutto difensive, mentre all'attacco conservava medie molto alte[7].

Carriera

Gli esordi

Nel 1977-78[8] ha esordito in Serie C con il Gad Etna Catania, sponsorizzato Jägermeister, disputando anche la Poule B per la promozione. Le due stagioni successive[9][10] disputa ancora la Poule B, sempre con lo Jägermeister Catania.

La Serie A

Nel 1980-81 passa alla Virtus Bologna, che lo gira in prestito all'AMG Sebastiani Rieti, con cui ha giocato in Serie A1[2] e in Coppa Korac. Tornato alla Virtus, si infortuna e rimane fermo un anno[11]. Al suo rientro, gioca ancora con Rieti[3].

Trapani

Dal 1983 al 1989 ha giocato nella Pallacanestro Trapani; è stato anche capitano della squadra l'anno in cui si salvò allo spareggio contro Cagliari a Caserta[12].

Dopo la prima stagione, il suo allenatore Mimmo Trivelli lo riteneva ancora all'altezza di poter tornare a giocare almeno in Serie A2[13].

È stato inserito dal Basket Trapani nella lista delle ali piccole più forti della storia del basket trapanese, poi votate tramite un sondaggio online[12].

Marsala e Comiso

Nel 1989 si trasferisce alla Pallacanestro Marsala ottenendo la promozione dalla B2 alla B1.

Nel 1990-1991 passò alla Pallacanestro Olympia Comiso, allenato da Riccardo Cantone[1]. Giocò malgrado l'infortunio al ginocchio limitasse molto una gamba e ciononostante segnava quasi trenta punti a partita[7]; chiuse comunque anzitempo la sua esperienza con i biancazzurri[14]. È ricordato tra i migliori giocatori della storia della società ragusana[15]: in una votazione su internet, è stato incluso nel quintetto ideale storico dell'Olympia[16] e almeno fino al 2005-2006 deteneva il record societario della media punti: 27,8[17].

Dopo quest'esperienza in B2, malgrado la sua intenzione di proseguire ancora, a causa dei problemi al ginocchio lasciò il basket a nemmeno trent'anni[11].

Statistiche

Presenze e punti nei club

Dati aggiornati al 27 agosto 2011.[2][3]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
1980-1981 Italia Ferrarelle Rieti Serie A1 32 329 29/76 18/27 31 4 10 0 76
1982-1983 Italia Binova Rieti Serie A1 23 40 3/8 5/6 1 1 2 0 11
1983-1984 Italia Poiatti Trapani Serie B 30 425[18]
1990-1991 Italia Olympia Comiso Serie B2 27,8[19]
Totale carriera                      

Note

  1. ^ a b Roster 1990 - 1991, in Pallacanestro Olympia Comiso. URL consultato il 26 agosto 2011.
  2. ^ a b c Almanacco illustrato del basket 2009, p. 229
  3. ^ a b c Almanacco illustrato del basket 2009, p. 249
  4. ^ Roberto Quartarone, Santi Puglisi, una vita di successi, in Basket Catanese, 5 novembre 2008. URL consultato il 26 agosto 2011.
  5. ^ Angelo Destasio, Con Gigi si poteva parlare di tutto: era di sinistra e romantico.., in Basketball.it, 30 giugno 2005. URL consultato il 28 agosto 2011.
  6. ^ Willy Sojourner Camerun - Chi Siamo, in Association Sport for Africa "Willy Sojourner". URL consultato il 26 agosto 2011.
  7. ^ a b Salvatore Maugeri e Roberto Quartarone, Quelli dello Jgermeister/3: Riccardo Corbi, in Basket Catanese, 2 marzo 2008. URL consultato il 27 agosto 2011.
  8. ^ 1977-1978: Mecap-S.Club 1° e Jägermeister-Gad 3° in Serie C/m, in Basket Catanese. URL consultato il 26 agosto 2011.
  9. ^ 1978-1979: Jägermeister-Gad Etna Catania 2° in Serie C, in Basket Catanese. URL consultato il 26 agosto 2011.
  10. ^ 1979-1980: Jägermeister-Gad Etna Catania 4° in Serie C1, in Basket Catanese. URL consultato il 26 agosto 2011.
  11. ^ a b Nunzio Spina, Angelo Destasio: una carriera di sogni e di sfide, in Basket Catanese, 29 settembre 2008. URL consultato il 26 agosto 2011.
  12. ^ a b Trapani amarcord: Gigi Ranieri miglior guardia granata di sempre, in Sportiamoci, 5 aprile 2011. URL consultato il 28 agosto 2011.
  13. ^ Massimo Zighetti, Quali nomi per l'A-2?, in Superbasket, 10 maggio 1984.
  14. ^ Andrea Magrì, De Stasio un canestro per l’Africa (PDF), in La Sicilia, 14 ottobre 2008, p. 24.
  15. ^ La storia, in Olympia Comiso. URL consultato il 27 agosto 2011.
  16. ^ Starting five, in Pallacanestro Olympia Comiso. URL consultato il 27 agosto 2011.
  17. ^ Media punti a partita, in Pallacanestro Olympia Comiso. URL consultato il 27 agosto 2011.
  18. ^ Mannella e Masini, quanti punti, in La Gazzetta dello Sport, 28 aprile 1984.; Franco Cammarasana, Trapani trionfa nel derby col Marsala, in La Gazzetta della Sicilia, 30 aprile 1984.; Il Trapani passa a Bari, crolla il Marsala, in La Gazzetta della Sicilia, 7 maggio 1984.
  19. ^ media punti a partita.

Bibliografia

  • Almanacco illustrato del basket 2009, Modena, Panini, 2008, p. 607.

Collegamenti esterni