Xenodochio

Template:Avvisounicode Lo xenodochio (lat. xenodochium, dal greco xenodocheion da xéno, ospite, e dòcheỉon, ricettacolo, da dèchomai ricevo ) era una struttura di appoggio ai viaggi nel Medioevo, adibita ad ospizio gratuito per pellegrini e forestieri. Più piccolo di un hospitale era posto sul percorso di una via di pellegrinaggio, come il cammino di Santiago di Compostela o la via Francigena, veniva gestito da monaci che offrivano alloggio e cibo. Sulla via degli Abati lo xenodochio di San Pietro si trovava presso Boccolo de' Tassi, nella valle del Ceno, ed era gestito dai monaci dell'abbazia di San Colombano di Bobbio, da cui dipendeva nel Feudo monastico di Bobbio.

Bibliografia

  • C. Cipolla - G. Buzzi Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all’anno MCCVIII (Ponti per la Storia d’Italia 52,53,54), Roma 1918 (ristampa Torino 1966-70)
  • M. Pellegri Gli xenodochi lungo le strade del contado della diocesi di Parma in Parma nell'arte II 1972
  • Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale - Hardcover, All'insegna del giglio, ISBN 8878142077 (88-7814-207-7)
  • Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia, Genova 1962, pp. 136 (Fonti e studi di storia ecclesiastica, II)
  • Valeria Polonio Felloni Il monachesimo nel Medioevo italico, in G. M. Cantarella - V. Polonio - R. Rusconi, Chiesa, chiese, movimenti religiosi, Roma-Bari 2001 (Manuali Laterza 149), pp. 81-187.
  • Valeria Polonio Felloni Colombano europeo?, in San Colombano e l'Europa, a cura di L. Valle - P. Pulina, Como - Pavia 2001 (Ibis, Minimalia), pp. 137-148.
  • R. Zanussi San Colombano d'Irlanda Abate d'Europa - Ed. Pontegobbo
  • Archivum Bobiense Rivista annuale degli Archivi storici Bobiensi (1979-2008). Bobbio